Cosa significa “full frame” quando si tratta di telecamere Wilth?

“Full frame” significa che il sensore ha le stesse dimensioni di un comune pezzo di pellicola da 135 (noto anche come pellicola da 35 mm).

Questo termine deriva solo dal fatto che la maggior parte delle fotocamere digitali utilizza un sensore di dimensioni inferiori a 135 pellicola (circa la metà dell’area, comunemente definita dimensione APS-C, poiché le dimensioni sono simili al formato pellicola APS-C), quindi quando le fotocamere con i sensori equivalenti al film di 135 dimensioni sono usciti, sono stati definiti “full frame”. Poiché la dimensione 135 è stata così popolare, viene spesso utilizzata come punto di riferimento comune.

Ci sono vantaggi nell’avere più area del sensore. Spesso, ma non sempre, la qualità dell’immagine è migliore. Rispetto a un sensore più piccolo, per un dato campo visivo e apertura, c’è meno profondità di campo, rendendo più facile sfocare le cose che non si trovano sul piano focale (sfondi sfocati, nessuno?).

Ci sono anche degli svantaggi. Le lenti sono fisicamente più grandi, in quanto devono proiettare un’immagine più grande. Anche le telecamere sono più grandi, per adattarsi al sensore. A volte si desidera avere una maggiore profondità di campo per un determinato campo visivo e apertura.

Non c’è “alterazione” della lunghezza focale dell’obiettivo. Le lunghezze focali dell’obiettivo sono di proprietà dell’obiettivo, indipendentemente dalla fotocamera e dal campo visivo. Un obiettivo da 50 mm è un obiettivo da 50 mm. Combinato con diverse dimensioni del sensore, il campo visivo cambia. Ad esempio, un obiettivo da 50 mm su una fotocamera con pellicola da 4 “x5” di grande formato è molto ampio, mentre un obiettivo da 50 mm su un piccolo sensore per cellulare è piuttosto un teleobiettivo. Nelle dimensioni comuni di 135, 50 mm offre un normale campo visivo. Dato che siamo abituati alle dimensioni 135, associamo comunemente il campo visivo alla lunghezza focale, portando all’idea errata che la lunghezza focale dell’obiettivo sia influenzata quando utilizziamo sensori di dimensioni diverse.

Zack Arias lo mette in prospettiva qui: